Autore Topic: Stone Age  (Letto 7351 volte)

Offline Moon

  • Post: 4.060
  • Account bga: MadManMoon
Stone Age
« il: 10 Gennaio 2016, 18:21:44 »
Stone Age
Da 2 a 4 giocatori.

In Stone Age gestiamo una popolazione nell'età  della pietra e dobbiamo farla progredire procacciando cibo e risorse (che si acquisiscono tirando dadi) e costruendo abitazioni e ottenendo "civilizzazioni" con le risorse sopra ottenute.
Inizialmente, tutti i giocatori hanno 5 lavoratori e 12 unità  di cibo.

La plancia di gioco di Stone Age.

Ogni turno di gioco è caratterizzato da tre fasi:
1) Posizionamento dei propri lavoratori;
2) Azioni dei propri lavoratori;
3) Consumo di cibo.

Ad esclusione dell'area a sinistra del tabellone (zona di caccia), in tutte le altre aree e sulle carte abitazione/civilizzazione sono presenti dei cerchi che indicano il numero di lavoratori che possono occupare tale area.
Partendo dal primo giocatore, ogni giocatore dispone uno o più lavoratori in un'area, tenendo conto che una volta posizionati uno o più lavoratori in una determinata area, non possono essere aggiunti altri propri lavoratori nel corso dello stesso round di posizionamento (se ad esempio io posiziono due lavoratori nell'area del legno, non posso aggiungerne altri nello stesso round).
Per le partite a 2 e 3 giocatori, ci sono inoltre altre limitazioni:
- nel villaggio possono essere occupate solo due delle tre aree;
- con 2 giocatori, le aree di legno/argilla/pietra/oro prevedono un solo giocatore a turno; con 3 giocatori, un massimo di due.
Una volta che tutti i giocatori hanno posizionato i propri lavoratori, si procede ad effettuare le varie azioni che ogni area prevede:

- Nel campo di grano del villaggio, si ottiene un livello di produzione agricola, che permette di sfamare un lavoratore senza consumare unità  di cibo;
- Nella capanna del villaggio, unico luogo del villaggio dove occorrono due lavoratori, si incrementa la propria popolazione di una unità ;
- Presso il fabbricante di attrezzi, si ottiene un utensile, spiegherò dopo a cosa serve;
- Nell'area di caccia (a sinistra), si tirano tanti dadi quanti sono i lavoratori posizionati e si ottiene un numero di unità  di cibo pari alla somma dei dadi tirati diviso 2;
- Nella foresta, si tirano tanti dadi quanti sono i lavoratori posizionati e si ottiene un numero di unità  di legno pari alla somma dei dadi tirati diviso 3;
- Nel pozzo di argilla, si tirano tanti dadi quanti sono i lavoratori posizionati e si ottiene un numero di unità  di argilla pari alla somma dei dadi tirati diviso 4;
- Nella cava, si tirano tanti dadi quanti sono i lavoratori posizionati e si ottiene un numero di unità  di pietra pari alla somma dei dadi tirati diviso 5;
- Al fiume, si tirano tanti dadi quanti sono i lavoratori posizionati e si ottiene un numero di unità  d'oro pari alla somma dei dadi tirati diviso 6.
Nei luoghi dove occorre tirare dadi, una volta effettuato il tiro si possono usare uno o più utensili ottenuti nell'edificio corrispondente per aggiungere al tiro una unità  ed eventualmente ottenere più risorse. Ad esempio, se la somma dei miei dadi tirati al pozzo di argilla è 11 e ho un utensile, posso utilizzarlo per ottenere 12 e quindi 3 unità  di argilla anziché 2. Gli utensili si conservano per tutta la durata della partita e se ne possono ottenere 3: dal 4° utensile in poi, uno dei 3 utensili già  ottenuti aumenta il proprio valore a 2 (quindi, se usato, aggiunge 2 alla somma dei dadi ottenuti).

Le carte abitazione sono disposte in tanti mazzetti quanti sono i giocatori (nell'immagine sopra, 4), ognuno contenente 7 carte. Una carta può essere ottenuta pagando l'esatta composizione delle risorse indicata nella carta e vale i punti vittoria indicati. Alcune carte hanno un valore generico e il loro punteggio varia in base alle risorse usate (tenendo presente che ogni risorsa vale il "costo" in dadi): la prima dell'esempio necessita di 5 risorse di 1 stesso tipo e pertanto vale da un minimo di 15 (ovvero 5x3 legni) a un massimo di 30 (ovvero 5x6 ori).
Le carte civilizzazione sono 36 e sono disposte da sinistra a destra dalla più alla meno costosa: il loro costo è di 4-3-2-1 generica risorsa e hanno due benefici, uno immediato descritto nella parte alta della carta (ad esempio, l'ultima offre un oro e la penultima fa tirare 2 dadi ed ottenere legno come se ci si trovasse nella foresta) ed uno che avrà  effetto a fine partita. Alcune carte offrono punti in base ai livelli di agricoltura/utensili/lavoratori/abitazioni ottenuti a fine partita, altri hanno un simbolo "cultura" e premiano la diversità : a fine partita, infatti, si eleva al quadrato il numero di simboli diversi ottenuti (con 6 simboli ad esempio si ottengono 36 punti); i simboli sono 8 e sono presenti in doppia copia.
Alla fine del round, le carte civilizzazione non acquistate si spostano verso destra e se ne aggiungono di nuove.

Una volta che, a turno, tutti i giocatori hanno esaurito le proprie azioni, si passa a sfamare la propria popolazione. Se non si ha abbastanza cibo, si può pagare la differenza tra cibo e lavoratori con unità  di risorse o si decide di non pagare e perdere 10 punti.

La partita termina in due possibili modi: quando una delle file di carte abitazioni si esaurisce o quando si esauriscono le carte civilizzazione. A quel punto, si sommano i punti ottenuti dalle abitazioni con quelli delle carte civilizzazione e si ottiene un ulteriore punto per ogni risorsa residua.
« Ultima modifica: 17 Luglio 2020, 14:47:58 da Mobius88 »

Offline Mobius88

  • Post: 117
  • Account bga: Mobius88
Re:Stone Age
« Risposta #1 il: 17 Luglio 2020, 14:37:47 »
BGA ha implementato alcune espansioni di Stone Age che rendono il gioco piuttosto diverso.

Innanzitutto, una volta iniziata una qualsiasi partita, è possibile cambiare l'aspetto della plancia di gioco, impostando un look invernale, e l'aspetto dei nostri lavoratori. Questi cambiamenti non hanno nessun impatto sulle regole del gioco, è solo la versione Anniversario del gioco.

La versione invernale della plancia di gioco

Le nuove pedine del gioco

I cambiamenti che è possibile implementare alle meccaniche del gioco sono i seguenti.


Inverno rigido
Con questa variante è possibile fare punti addizionali quando si comprano carte abitazione o civilizzazione. Infatti, ogni volta che si acquista una carta civilizzazione, pagando un Oro in più si ottengono 6 Punti Vittoria. Comprando invece le carte abitazione che, in alto a sinistra, riportano il disegno di una Pietra, pagando una Pietra in più del normale si ottengono 5 Punti Vittoria.
Questa carta abitazione vale 13 Punti Vittoria comprandola con 1 Legno, 1 Argilla e 1 Oro. Vale 18 Punti Vittoria aggiungendo una Pietra


Animali Selvaggi
Gli Animali Selvaggi sono 4 Carte che vanno aggiunte al mazzo delle Carte Civilizzazione dopo che le prime 4 sono state rivelate durante il setup del gioco (in altre parole: il gioco non può iniziare con un Animale Selvaggio già presente).

Quando una carta Animale Selvaggio viene pescata dal mazzo, la si mette visibile accanto al tabellone e poi al suo posto si pesca un'altra Carta Civilizzazione, come di consueto.
Un Animale Selvaggio in gioco riduce della quantità indicata sull'Animale stesso il totale ottenuto da ogni giocatore su qualsiasi lancio di dadi che si trova a fare.

Le 4 carte Animale Selvaggio. L'Orso Polare riduce di 3 i lanci di dadi dei giocatori

Ogni giocatore può utilizzare il proprio turno, se vuole, per mettere un lavoratore su uno degli spazi presenti sulla carta Animale Selvaggio in gioco. Uno stesso giocatore può anche mettere più lavoratori sull'Animale Selvaggio durante turni successivi.
Alla fine di ogni round di gioco si controlla quanti lavoratori ci sono sulla carta Animale Selvaggio. Se sull'Animale ci sono tanti lavoratori quanti sono i giocatori in partita, allora l'Animale viene scacciato; se invece ce ne sono di meno, allora l'Animale rimane lì per il round successivo e anche tutti i lavoratori presenti su di lui.
Quando un Animale viene scacciato viene tolto dal gioco e ogni giocatore che aveva lavoratori su di lui ottiene una ricompensa: ogni giocatore tira tanti dadi quanti lavoratori aveva sulla carta Animale e per ogni dado ottiene la ricompensa associata al numero ottenuto (non si possono utilizzare gli utensili per potenziare questi lanci). Attenzione: dopo aver visto il lancio dei dadi, è sempre valido scegliere di ottenere 3 Punti Vittoria da ogni dado dal quale non si vuole ottenere la ricompensa associata.
Non possono mai esserci più Animali Selvaggi attivi nello stesso momento: se vengono rivelati Animali Selvaggi in successione, rimangono tutti scoperti vicino al tabellone, ma solo il primo è attivo e può venire scacciato. Una volta che il primo è stato scacciato, diventa attivo il successivo, e così via.
Nota: i lavoratori che a fine round sono rimasti sopra alle carte Animale Selvaggio non necessitano di Cibo per essere sfamati.


Igloo
Attivando questa variante, nel setup del gioco vengono rivelate 4 nuove carte abitazione (gli Igloo) che sono poste vicino al tabellone.

I 4 Igloo ottenibili

Durante il gioco, queste carte possono essere ottenute esattamente come le altre carte abitazione, posizionando un lavoratore nello spazio disponibile e poi pagando le risorse associate, e fanno ottenere i Punti Vittoria indicati.
Nota: gli Igloo NON vengono considerati come carte abitazione nel conteggio dei punti di fine partita. Inoltre, acquistare tutti e 4 gli Igloo NON fa terminare la partita.


I nuovi edifici
Abilitando questa variante, 6 nuove Carte Abitazione possono venire estratte tra le Carte Abitazione originali.
Queste carte abitazione donano ricompense particolari a chi le acquista.

Le 6 Carte Abitazione dell'espansione

Le prime 3 carte in figura danno 3/4/5 Punti Vittoria a chi le compra e, inoltre, il possessore all'inizio di ogni turno guadagna gratuitamente un legno/argilla/pietra. Le altre 3 carte danno 5 Punti Vittoria e fanno guadagnare 1lavoratore/1potenziamento di un utensile/1passo sul tracciato agricoltura.
« Ultima modifica: 17 Luglio 2020, 15:48:09 da Mobius88 »