Autore Topic: Gaia  (Letto 822 volte)

Offline Moon

  • Post: 4.033
  • Account bga: MadManMoon
Gaia
« il: Settembre 14, 2017, 06:50:21 pm »
Gaia
Da 2 a 5 giocatori.

Gaia è un gioco nel quale occorre creare terre di vario genere, popolarle con animali e città per soddisfare determinati obiettivi e vincere la partita, ovviamente. Qui di seguito, la spiegazione per la sola versione base del gioco:

Gli elementi di gioco
Per comporre il "mondo" con cui si gioca ci sono 48 tessere di vario tipo: 10 pianure, 10 deserti, 8 foreste, 7 mari, 7 paludi, 6 montagne e a queste si affiancano 20 gettoni animali (rappresentanti cervi o pesci). Ci sono poi carte obiettivo (che si estraggono a inizio partita e non si aggiungono/tolgono più) e due mazzi di carte:
- 40 carte "natura" (8 pianure e foreste, 7 mari, 6 deserti e montagne, 5 paludi);
- 31 carte "vita" (19 città e 12 animali).
Ogni giocatore ha inoltre 5 segnalini (6 quando si gioca in 2) del proprio colore: chi riesce a piazzarli tutti e 5 (o a piazzarne di più, a fine partita) vince.
All'inizio, si rivelano tante carte obiettivo quanti giocatori +2, ogni giocatore riceve due carte natura e una carta vita. Inoltre, si crea una base di carte scoperte, 3 natura e 2 vita, da cui si può eventualmente pescare.

Come si gioca
Nel proprio turno, un giocatore può effettuare due azioni a scelta fra:
- pescare una carta;
- giocare una carta.
Può anche effettuare due volte la stessa azione, se lo desidera.
Può pescare una carta a sua scelta sia da uno dei mazzi che dalle 5 carte scoperte (in quest'ultimo caso, sostituisce la carta appena pescata con una nuova carta dal mazzo); non può tenere in mano più di 6 carte complessivamente.
Quando si gioca una carta:
Carte natura
Giocando una carta natura, si preleva dalla riserva una delle tessere dello stesso terreno e si gioca in modo che sia adiacente al resto delle tessere già giocate (salvo la prima, ovviamente). La carta natura giocata, poi, si tiene di fronte a sé. Se le tessere di quel terreno sono esaurite, il giocatore non può giocare la carta corrispondente.
Nel caso in cui un giocatore soddisfi, con le carte giocate fino a quel momento, uno degli obiettivi della partita, allora può scartare le carte natura in oggetto e piazza uno dei suoi segnalini su quella carta obiettivo, che da quel momento non può essere ottenuta da altri giocatori.
Carte vita
Le carte vita sono di due tipi: animali e città.
Giocare una carta animali (che rappresenta uno dei tipi di terreno) permette di piazzare 4 gettoni (finché ce ne sono almeno 4 in riserva) su una tessera dello stesso tipo rappresentato sulla carta, che non abbia animali o città su di essa. La carta viene quindi scartata.
Le città, invece, hanno un simbolo in alto a sinistra che indica il tipo di terreno su cui possono essere costruite (o una stella, che indica "tutti i tipi di terreno tranne il mare") e quattro icone nella parte bassa che rappresentano i "bisogni" della città. Per poter giocare una città, occorre soddisfarne almeno due: in quel caso, si posiziona la carta SULLA tessera terreno prescelta (senza che ci siano già sopra animali o un'altra città) e il giocatore che lo fa può piazzare anche uno dei propri segnalini.
I bisogni delle città
I bisogni sono di due tipi: terreno o animali. Per soddisfarne uno, occore che in una delle tessere adiacenti NON in diagonale, ma solo sopra/sotto/a destra/a sinistra, ci sia quanto richiesto (ovvero il tipo di terreno o un gettone animali).
Se si incrementa il numero di bisogni soddisfatti (ad esempio, perché si posiziona una tessera terreno "giusta" accanto a una città), il giocatore che lo fa può aggiungere un proprio segnalino alla città corrispondente. I bisogni soddisfatti possono anche diminuire (ad esempio, costruendo una città su un terreno adiacente a una città precedente, la quale perderebbe appunto il terreno): in quel caso, se si scende a 1 bisogno soddisfatto il segnalino del giocatore che lo aveva piazzato viene rimosso e torna nella sua mano; se si scende a 0, viene rimossa anche la città.
N.B.: un giocatore può piazzare al massimo un segnalino per città.
Sfamare le città
Prima di iniziare il proprio turno, un giocatore deve sfamare tutte le proprie città che hanno l'icona "animali" fra i propri bisogni: per farlo, deve rimuovere un gettone animali tra quelli presenti sulle tessere adiacenti a quella città. Se non può farlo, ovviamente viene meno il bisogno "animali" soddisfatto.

Fine della partita
La partita termina:
- quando un giocatore piazza tutti i propri segnalini: è il vincitore.
- quando sono terminate le carte natura O vita da pescare: in quel caso, vince chi ha piazzato più segnalini e in caso di parità vince chi è più vicino al giocatore che ha appena fatto terminare la partita (ovvero il giocatore che avrebbe giocato subito dopo, per intenderci).
« Ultima modifica: Novembre 03, 2017, 07:13:31 pm da Lemon »

Offline Moon

  • Post: 4.033
  • Account bga: MadManMoon
Re:Gaia
« Risposta #1 il: Settembre 14, 2017, 07:42:44 pm »
Versione avanzata
Nella versione di gioco avanzata, si aggiungono le seguenti regole:
- Rubare una città: se si soddisfa un nuovo bisogno di una città, anziché aggiungere il proprio segnalino a quello già presente, si sostituisce quest'ultimo col proprio (e torna indietro al rispettivo proprietario). Una città con 3 bisogni soddisfatti, quindi, mantiene un unico segnalino;
- Bonus per 4 bisogni soddisfatti: se si riesce a soddisfare un quarto bisogno, è possibile piazzare un secondo segnalino su quella città. Ovviamente, lo perde nel momento in cui i bisogni soddisfatti scendono a 3.

Ci sono, inoltre, i "poteri".
Si aggiunge un nuovo mazzo di 30 carte (6 soli, 6 piogge, 4 tornado, 4 protezioni, 3 terremoti e 5 fulmini e 2 eruzioni che si giocano solo nell'ulteriore variante "disastri") e ci sono due nuovi possibili obiettivi da pescare.
A inizio partita ogni giocatore riceve una di queste carte e le rimanenti formano un nuovo mazzo da affiancare agli altri, con due carte scoperte come base.
Il gioco funziona come il gioco classico per quanto riguarda la pesca delle carte (ma non è possibile tenere in mano più di due carte potere), per quanto riguarda invece i poteri delle carte potere (scusate il gioco di parole):

- Sole: permette di sostituire una tessera "palude" con una "pianura" o una tessera "pianura" con una "deserto", solo se c'è la corrispondente tessera in riserva e se non ci sono città sopra.
- Pioggia: permette di sostituire una tessera "deserto" con una "pianura" o una tessera "pianura" con una "palude", solo se c'è la corrispondente tessera in riserva e se non ci sono città sopra.
- Terremoto: permette di scambiare il posto di due tessere adiacenti.
- Tornado: permette di rubare una carta da ognuno dei giocatori e di sceglierne una da tenere (le altre vengono scartate).
- Protezione: permette di annullare l'effetto di una carta potere giocata da un avversario (questa carta può quindi essere giocata fuori dal proprio turno).

Queste sono le carte "disastro":
- Eruzione: si sceglie una tessera montagna già a terra: le città, gli animali e i segnalini presenti sulle tessere adiacenti (sempre in orizzontale/verticale e non in diagonale) vengono rimossi ed eventuali tessere foresta/pianura/palude vengono sostituite da tessere deserto (se non ci sono più tessere deserto in riserva, la carta non può semplicemente essere giocata). Le città vengono scartate e i segnalini tornano in mano ai rispettivi proprietari.
- Fulmine: permette di rimuovere tutto (animali, città, segnalini) da una tessera a propria scelta.